Pasta con broccolo romano



Pasta con broccolo romano

Diversi studi clinici attribuiscono alla famiglia delle brassicacee il merito di ridurre il rischio di ammalarsi di molti tipi di cancro. Di cosa stiamo parlando? Oltre 300 tipi di cavoli, cavolfiori, broccoli di cui tutti abbiamo sperimentato l’ odore che rilasciano durante la cottura. Le sostanze antitumorali sono i glucosinolati, la cui struttura comprende una molecola di zolfo, caratterizzano la protezione delle piante perché conferiscono sapore amaro e il “cattivo odore” che rilasciano durante la cottura (Keck S. et al. “Integrative Cancer Therapies” 2004).

Ingredienti:

1 litro di acqua

5-6 cimette di broccolo romano forma ad punta (ricorda un alberello)

80g di farfalle o fusilli oppure orecchiette pugliesi

3 cucchiai di capperi

2 cucchiai di olio

q.b. di formaggio grattugiato

Preparazione

Mettere sul fuoco una pentola capiente di acqua, aggiungere a freddo i broccoli. Controllare con la forchetta la consistenza man mano che la cottura procede circa 8 -10 minuti prima di buttare la pasta. Quindi buttate la pasta.

Nel frattempo preparate un battuto di capperi.

Scolare la pasta e la verdura – attenzione a non perdere troppa verdura.

Servire con emulsione di: capperi, 2 cucchiai di olio, 1 cucchiaino di formaggio grattugiato, 1 cucchiaio di acqua di cottura della pasta.

Questa pasta può essere proposta anche ai bambini. Ai più piccoli si può proporre giocando di fantasia con la forma particolare di questa tipologia di broccoli “ad alberello” in modo da far conoscere una tipologia di verdura diversa dal solito. Successivamente decideranno se assaggiarla di nuovo oppure no!