gonfiore addominale



Sempre maggiore è il numero di persone che lamenta gonfiore addominale, alternanza tra stipsi e diarrea, distensione visibile dell'addome.

Risultato: si instaura un rapporto turbolento con l'intestino e il cibo diventa un nemico.

Basta frustrazione!

Esistono alcune ricerche e studi (Camilleri et al 2012; 2001) che dimostrano:

- una relazione tra la motilità intestinale ed eventi stressanti;

- fenomeno di ipersensibilità viscerale nei pressi delle terminazioni nervose che regolano la sensibilità al dolore con la presenza di cellule infiammatorie che secernono sostanze in grado di attivare le vie nervose che trasmettono la sensazione di dolore al cervello.

E' importante aiutare le persone con tali sintomi a scegliere le fonti alimentari per migliorare la sintomatologia ed evitare il rischio di carenze nutrizionali.